Prenota

CASENTINO

Il castello di Poppi, Santuari e Monasteri

Casentino

A nord di Arezzo si estende la Vallata del Casentino. L’area è un tesoro immerso nel verde delle sue foreste, talmente fitte e variegate da costituire addirittura un Parco Nazionale – il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi – ricco di flora e fauna. Dal Monte Falterona, posto sul confine settentrionale della valle, nasce l’Arno, di cui la valle accoglie il primo tratto.

  • POPPI

Piccola perla del Casentino, POPPI è tra le località più visitate dell’intera zona. Di indiscutibile fascino, il Castello dei Conti Guidi, risalente al periodo tra il XII e XIII secolo, che domina su tutta la vallata. Davanti alle sue mura si svolse nel 1289 la Battaglia di Campaldino, in cui i ghibellini, aretini, furono sconfitti dai guelfi, fiorentini. All’interno dell’edificio è difatti ospitato un museo dedicato alla storica battaglia, oltre alla biblioteca “Rilliana” e al Centro di Documentazione sulla Guerra e la Resistenza. La Cappella dei Conti Guidi, parte integrante del castello, è decorata con un ciclo di affreschi tra i più importanti di tutta la provincia.

Al centro del borgo si trova Piazza Amerighi, su cui affaccia l’Oratorio della Madonna del Morbo datato 1659, che conserva una prestigiosa tavola raffigurante la Madonna con Bambino e San Giovannino. Di particolare rilievo sono anche la Propositura dei Santi Marco e Lorenzo, edificio sacro del XIII secolo, e la Chiesa di San Fedele , eretta nel X secolo e oggi sede di un importante patrimonio artistico. Molto gradita e consigliata è la passeggiata per il borgo, che offre meravigliose panoramiche.

  • CHIUSI DELLA VERNA, EREMO DI CAMALDOLI

Itinerario percorribile partendo dal paese di Chiusi, traccia un ideale collegamento tra i due più importanti centri spirituali del Casentino, il Santuario de La Verna e il monastero di Camaldoli.

Collocato nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, CHIUSI DELLA VERNA è noto soprattutto per ospitare l’omonimo Santuario. L’edificio fu fondato da San Francesco d’Assisi, che, nel 1214, vi ricevette le stigmate. Diventato luogo di culto, è meta di un gran flusso di visitatori che giungono per raccogliersi in preghiera e riflessione; visite guidate e confessioni sono effettuate dai frati che vi risiedono. Grazie al contesto naturalistico che lo avvolge, La Verna è anche luogo ideale per bellissime passeggiate con vista sull’intero Casentino.           

Nella piccolissima località di CAMALDOLI sono presenti due luoghi che godono di ampia fama: il Sacro Eremo e il Monastero di Camaldoli. Il Monastero fu fatto erigere nel XI secolo da San Romualdo, monaco benedettino fondatore dell’Ordine Camaldolese, che fece predisporre all’interno anche un laboratorio galenico. A poca distanza venne poi fondato l’Eremo, immerso nella pace della foresta, per accogliere i monaci desiderosi di ritirarsi dalla comunità e vivere in clausura.  La struttura accoglie la cella del santo fondatore. Il Monastero e l’Eremo sono collegati tra loro all’interno delle Foreste Camaldolesi.

Torna alla lista