Prenota

VALTIBERINA - Le terre di Piero della Francesca

Sansepolcro, Anghiari, Monterchi

Valtiberina

L’area della Valtiberina toscana si estende a nord-est della città, tra la Romagna e l’Umbria, al confine con il Casentino. Il territorio è prevalentemente montuoso, fattore che ha determinato un basso indice di urbanizzazione. I bellissimi comuni del comprensorio offrono al visitatore panorami mozzafiato ed eccezionali bellezze artistiche.

  • SANSEPOLCRO, ANGHIARI, MONTERCHI:

Presso le terre di Piero della Francesca si snoda uno degli itinerari più richiesti, tra Anghiari, Monterchi e Sansepolcro, quest’ultima città natale dell’artista.

SANSEPOLCRO ha mantenuto intatto il proprio aspetto di borgo medievale, il cui centro storico è circondato da antiche mura di fortificazione. Culla di un patrimonio artistico di notevole spessore, il paese conserva alcuni dei primi grandi capolavori di Piero della Francesca, che qui nacque e si formò. Imperdibili il Polittico della Misericordia e la Resurrezione,  ammirabili entrambi presso il Museo Civico, e, naturalmente, la Casa di Piero della Francesca. Il borgo è anche noto per ospitare il Palio della Balestra, ininterrotta manifestazione storica disputata ogni seconda domenica di settembre a partire dal XV secolo.

Tra le altre attrazioni ricordiamo: Piazza di Torre di Berta, il Palazzo delle Laudi, il Duomo, Aboca Museum, Museo Bernardini-Fatti.

Tra i borghi più belli d’Italia troviamo ANGHIARI, splendido gioiello medievale, il cui nome è indissolubilmente legato alla storica Battaglia di Anghiari del 1440, risoltasi con il predominio dei Medici e il loro conseguente governo sulla città. Tipicamente, il centro storico è delimitato da imponenti mura che proteggono il cuore vitale del paese. Piazza del Borghetto, oggi nota come Piazza Mameli, è il nucleo attorno a cui si snodano i caratteristici vicoli del borgo, oltre che sede di due rinomati musei: il Museo della Battaglia presso il Palazzo del Marzocco e Palazzo Taglieschi, museo di arte figurativa. Numerosissimi i monumenti e i luoghi di interesse, tra cui: il Monastero di San Bartolomeo del XI secolo, Piazza Baldaccio e la bellissima Loggia con le fonti, Chiesa di Sant’Agostino, Chiesa di Santo Stefano, Statua di Garibaldi. 

Arriviamo infine a MONTERCHI, uno dei luoghi più pittoreschi della Valtiberina. Come Sansepolcro, anch’esso lega il proprio nome a quello di Piero della Francesca: oltre ad aver dato i natali alla madre dell’artista, il borgo ospita infatti il meraviglioso affresco La Madonna del Parto, realizzato nel 1445 e custodito oggi presso il Museo della Madonna del Parto. Inoltre, nella Chiesa di San Simeone, è conservato l'affresco della Madonna col bambino.

  • CAPRESE MICHELANGELO

La zona di Caprese fu prima insediamento etrusco, poi romano e infine dominio longobardo, finché, nel 1226, entrò sotto la protezione di Arezzo. Molte sono le vicissitudini storiche che hanno interessato l’area, tuttavia il borgo è principalmente noto per aver dato i natali a Michelangelo Buonarroti, nel 1475. Alla figura dell’artista sono legate infatti le più significative attrazioni cittadine: il Palazzo del Podestà (sua casa natìa), la Chiesa di San Giovanni Battista, in cui ricevette il battesimo e il Museo Michelangiolesco, ospitato all’interno della Rocca. Di grande interesse, inoltre, la Biblioteca Michelangiolesca presso il Palazzo Comunale di Caprese, non lontano dal Castello.

Torna alla lista